Statuto

STATUTO

RETE FAMIGLIE APERTE

Denominazione - Sede - Durata

Art. 1

E' costituita in forma di associazione, anche ai sensi della legge 266/91 e della legge regionale 40/93, un'organizzazione di volontariato avente la seguente denominazione:

"RETE FAMIGLIE APERTE"

L'Associazione non ha scopo di lucro.

L'Associazione nasce da nuclei familiari da anni vicini al mondo dei minori e giovani in difficoltà, attraverso l'impegno della Insieme Società Cooperativa Sociale a r.l., a cui l'Associazione aderisce, del Gruppo Famiglia Contrà Fascina, dell'Associazione Famiglie Affidatarie.

Art. 2

L'Associazione ha sede in Vicenza, Via Dalla Scola 255

Con deliberazione del Consiglio Direttivo essa può aprire filiali e recapiti al di fuori della propria sede sociale e aderire o partecipare ad organismi associativi, consortili ed economici che si propongono finalità ed attività analoghe o complementari.

Art. 3

La durata dell'Associazione è fissata fino al 31 Dicembre 2050 e potrà essere prorogata con delibera dell'Assemblea degli Associati.

Lo scioglimento dell’associazione è deliberato dall’assemblea straordinaria col voto favorevole di almeno  tre quarti degli associati.

In caso di scioglimento l'intero patrimonio dell'Associazione sarà devoluto, con deliberazione dell'assemblea, ad Enti aventi scopi affini.

Finalità e Oggetto sociale

Art. 4

L'Associazione, attraverso la costituzione di una rete di nuclei familiari nel territorio vicentino, ha come scopo di promuovere, valorizzare e sostenere quell'intreccio di opportunità di accoglienza e attenzione al mondo del disagio che si sviluppa attorno a nuclei familiari aperti. Nel perseguire queste finalità intende, in particolare, lavorare nella normalità per rafforzare e ritessere quei nodi della convivenza sociale capaci di dare cittadinanza tanto alle fatiche delle persone in difficoltà, quanto a chi è impegnato per una maggiore giustizia sociale.

L'Associazione, per il perseguimento delle proprie finalità, potrà anche gestire strutture e servizi per minori, giovani e persone o famiglie in difficoltà, nonché realizzare iniziative quali, a titolo esemplificativo:

  • attività formative e informative, sostegno, elaborazione culturale, documentazione, studio e ricerca;
  • attività di sensibilizzazione del territorio al fine di promuovere lo sviluppo della comunità locale, di forme di cittadinanza attiva, di reti relazionali adeguate ai bisogni emergenti;
  • attività di assistenza, animazione ludico-ricreativa, gestione di soggiorni di vacanza;
  • gestione di strutture e centri di accoglienza, residenziali e diurni, anche con la possibilità di somministrazione di cibi e bevande;

L'Associazione per il raggiungimento del suo scopo potrà costruire, acquistare mobili ed immobili, nonché assumere ed organizzare, anche in collaborazione e convenzione con Enti pubblici o privati, tutte le altre iniziative che risultino rispondenti alle finalità, destinando all'uopo l'attività degli associati ed il suo patrimonio mobiliare ed immobiliare.

L'associazione potrà avvalersi di figure professionali tramite rapporto di lavoro dipendente e/o prestazioni di lavoro autonomo nei limiti necessari al regolare funzionamento oppure a qualificare o specializzare l'attività svolta.

Art. 5

L'Associazione è completamente autonoma ed indipendente, non ha finalità di lucro, non persegue scopi di carattere partitico o religioso.

Delle attività gestite dall'Associazione possono fruire tutti i cittadini, senza distinzione di ceto sociale, di religione o di idee politiche.

SOCI

Art. 6

Possono essere soci dell’associazione tutte le persone fisiche che condividono le finalità dell’organizzazione e, mossi da spirito di solidarietà, si impegnano concretamente per realizzarle.

L’ammissione all’organizzazione è deliberata dal Consiglio Direttivo e verrà successivamente ratificata dall’assemblea nella prima riunione utile.

Art. 7

L'Associazione si compone di Soci suddivisi nelle seguenti categorie:

  • Soci fondatori
  • Soci effettivi
  • Soci sostenitori

Art. 8

Sono Soci fondatori coloro che sono intervenuti alla firma dell'atto costitutivo. Sono elettori ed eleggibili per tutte le cariche sociali, partecipano alla vita dell'Associazione ed insieme ai soci effettivi compongono l'assemblea dei soci.

Art. 9

Sono soci effettivi le persone, ammesse dal Consiglio Direttivo in modo insindacabile, che hanno dimostrato un profondo interesse per le attività dell'Associazione e sono disponibili a collaborare fattivamente alla loro realizzazione. Godono dell'elettorato attivo e passivo ed insieme ai soci fondatori compongono l'assemblea dei soci.

Art. 10

Sono soci sostenitori quanti, partecipando alle iniziative promosse a tutti i livelli dell'Associazione, contribuiscono tangibilmente al perseguimento degli scopi statutari, pur non godendo dell'elettorato attivo e passivo.

Art. 10/bis

I soci  hanno il diritto di essere informati sulle attività dell’associazione e hanno il diritto di controllo sull’andamento della medesima come stabilito dalle leggi e dallo statuto.

I soci hanno il diritto di essere rimborsati dalle spese effettivamente sostenute per l’attività prestata, ai sensi di legge.

I soci devono svolgere la propria attività verso gli altri in modo personale, spontaneo e gratuito senza fini di lucro.

Art. 11

La qualità di socio si perde per dimissioni tramite comunicazione scritta, per esclusione e per causa di morte. Possono essere esclusi i soci:

- che non osservano lo Statuto ed il Regolamento nonché le deliberazioni degli Organi Sociali;

- che risultino morosi nel pagamento della quota associativa per almeno due anni;

- che non sono più in grado di concorrere al raggiungimento degli scopi sociali.

L’esclusione è deliberata dall’assemblea con voto segreto e dopo aver ascoltato le giustificazioni dell’interessato

PATRIMONIO ED ESERCIZI SOCIALI

Art. 12

Il patrimonio dell'Associazione è costituito da:

  • beni mobili e immobili pervenuti all'Associazione a qualunque titolo;
  • eventuali contributi, lasciti e donazioni;
  • eventuali fondi di riserva accantonati con le eccedenze di bilancio.

Le entrate dell'Associazione sono costituite da:

  • quote associative annuali stabilite dal Consiglio Direttivo;
  • contributi pubblici e/o privati;
  • ogni altro tipo di entrate ammesse dalla Legge 266/91

L'esercizio finanziario va dal 1 Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno.

Il bilancio preventivo e consuntivo, presentati dal Consiglio Direttivo, dovranno essere approvati dall'Assemblea. Il bilancio consuntivo dovrà essere approvato entro quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio.

ORGANI SOCIALI

Art. 13

Organi dell'Associazione sono:

  • L'Assemblea dei Soci
  • Il Consiglio Direttivo
  • Il Presidente
  • Il Collegio dei Revisori dei Conti

Tutte le cariche sociali sono gratuite

 

ASSEMBLEA

Art. 14

L'Assemblea è composta dai soci fondatori ed effettivi. All'Assemblea possono partecipare anche tutti gli altri soci senza diritto di voto.

Essa si riunisce almeno una volta all'anno, mediante convocazione del Presidente o su richiesta di almeno 1/3 dei soci fondatori ed effettivi o di tre membri del Consiglio Direttivo, mediante avviso inviato ai soci almeno 15 giorni prima.

Per la validità dell'Assemblea è necessaria la presenza di metà più uno dei soci in prima convocazione; in seconda convocazione l'Assemblea è valida qualunque sia il numero dei soci presenti, anche con delega. Ciascun socio non può avere più di una delega.

Le deliberazioni sono adottate a maggioranza semplice dei presenti.

L'Assemblea ha i seguenti compiti:

  • Eleggere i membri del Consiglio Direttivo
  • Eleggere i membri del Collegio dei Revisori dei Conti
  • Approvare il programma di attività predisposto dal Consiglio Direttivo
  • Approvare il bilancio preventivo ed il conto consuntivo
  • Approvare eventuali richieste di modifiche dello statuto
  • Approvare il regolamento interno.

CONSIGLIO DIRETTIVO

Art. 15

E' composto da un numero di membri compreso fra tre e sette, eletti dall'Assemblea tra i soci aventi diritto di voto in regola con il versamento delle quote associative. Il numero sarà determinato dall'assemblea prima di procedere alle elezioni.

Il Consiglio si riunisce su convocazione del Presidente quando necessario o su richiesta di un terzo dei componenti.

Spetta al Consiglio Direttivo provvedere a tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione che non siano riservati, dalla legge o dal presente statuto, all'Assemblea. A titolo esemplificativo esso esercita le seguenti funzioni:

  • Elegge nel suo seno il Presidente.
  • Nomina, se previsti, il segretario e il tesoriere.
  • Delibera su tutta l'attività dell'Associazione.
  • Cura l'esecuzione delle delibere dell'Assemblea.
  • Determina la quota associativa.
  • Indice l'Assemblea.

Le sedute sono valide con la partecipazione della maggioranza dei membri e le deliberazioni sono prese a maggioranza.

Il Consiglio Direttivo dura in carica 3 (tre) anni e i suoi membri possono essere riconfermati nella carica.

I componenti del Consiglio non percepiscono compensi per l'attività svolta, salvo il rimborso delle eventuali spese autorizzate in ragione dell'ufficio e salvo eventualmente per colui che sia chiamato alla carica di segretario.

 

IL PRESIDENTE

Art. 16

Il Presidente ha la rappresentanza legale dell'Associazione e la firma. E' autorizzato a riscuotere da enti e da privati somme a qualsiasi titolo rilasciandone quietanza e può compiere tutti gli atti di gestione del patrimonio, sia immobiliare che mobiliare, in nome e per conto dell'Associazione. Convoca e presiede l'Assemblea e il Consiglio Direttivo, sopraintende all'attività dell'Associazione e all'esecuzione delle delibere degli organi sociali. Nomina un Vice-Presidente che lo sostituisce in caso di assenza o di impedimento. Dura in carica 3 (tre) anni e può essere confermato. Per il compimento dei singoli atti e per determinati rapporti, il Presidente può nominare suoi speciali procuratori.

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

Art. 17

Il Collegio dei revisori è composto da tre membri eletti dall'Assemblea, che possono essere anche esterni all'Associazione. Esso elegge nel suo seno il Presidente.

Il Collegio esercita i poteri e le funzioni previste dagli articoli 2403 e seguenti del Codice Civile.

Esso agisce di propria iniziativa, su richiesta di uno degli organi oppure su segnalazione anche di un solo socio fatta per iscritto e firmata.

Il Collegio riferisce annualmente all'Assemblea con relazione scritta e firmata e distribuita a tutti gli aderenti.

I Revisori durano in carica 3 (tre) anni e possono essere confermati.

Art. 18

Tutte le cariche elettive, fatto salvo quanto stabilito dall'art. 15 del presente statuto, non sono retribuite: i soci fondatori ed effettivi potranno svolgere funzioni direzionali nell'ambito dell'Ente con compiti ed indennità che saranno stabiliti dal Consiglio.

MODIFICHE DELLO STATUTO

Art. 19

Le modifiche al vigente Statuto debbono essere deliberate dall'Assemblea. La relativa deliberazione è valida in prima convocazione quando siano presenti, in proprio o per delega, tre-quarti dei soci aventi diritto al voto, e si sia raggiunto il voto favorevole dei due-terzi dei votanti. In seconda convocazione è valida quando siano presenti, in proprio o per delega, i due-terzi dei soci aventi diritto al voto, e si sia raggiunto il voto favorevole dei due-terzi dei votanti.

ASSICURAZIONI

Art. 20

L'Associazione garantirà adeguata copertura assicurativa ai propri associati per le attività svolte secondo quanto previsto dalla normativa vigente.

DISPOSIZIONI FINALI

Art. 21

Per quanto non disposto e non previsto dal presente statuto, si fa riferimento alle disposizioni e norme del Codice Civile e delle leggi specifiche vigenti in materia.

 

 

Sede

indirizzo
Ex- asilo "Cariolato" - Strada Bertesina
36100 Vicenza
email rete@progettosullasoglia.it

Prossimi eventi

rfa - Assemblea associativa
dom. 24 set. '17 alle 09,00

Calendario eventi

« < Settembre 2017 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

cerca nel sito


ranktrackr.net